Responsabilità e scienza, un dialogo più forte tra scienziati e politica per assumere quelle decisioni che investono la vita e la salute delle persone. Questo l’appello fatto dai maggiori protagonisti della vita scientifica e del sistema salute italiano a tutto il mondo politico, in una fase in cui, purtroppo, la politica è entrata dentro la scienza e non la scienza dentro la politica. Questo mette seriamente a rischio il fatto che si possano poi assumere decisioni nel nome della verità scientifica o secondo il metodo scientifico. Io credo che questo sia un tema democratico e di rappresentanza.
Il Parlamento ha il dovere di essere aperto a dare una rappresentanza alle istanze più importanti del Paese e, in questo caso, alle istanze importantissime del mondo scientifico, della verità scientifica e della cultura scientifica.
Per questo, in queste ore in cui Civica Popolare sta componendo le sue liste per le elezioni politiche, faccio un invito al mondo scientifico e delle ricerca italiana. Offro la possibilità ai ricercatori e agli scienziati che vogliono rappresentare la verità scientifica in Parlamento, di essere presenti nelle nostre liste come indipendenti, di essere eletti in Parlamento come indipendenti.
Non chiederò loro di uniformarsi alla volontà o alle decisioni del mio partito, in merito alle grandi questioni generali, ma gli offro la possibilità di essere in Parlamento per rappresentare, a voce alta, la grande voce della scienza italiana e della scienza mondiale.
Credo che sia un fatto molto importante che renderà più forte il prossimo Parlamento e darà maggiori garanzie per la salute e per il benessere degli italiani nella prossima legislatura. #appelloallascienza #civicapopolare